A tutti :
SOCI - AMICI - SIMPATIZZANTI 

Siamo lieti di invitarvi

Domenica 24 febbraio 2019
ore 15,30

a:
“Officine della Cultura.....presentano...”.
Un Aperitivo in Musica


Presso l’Auditorium del Centro Culturale Comunale – Tilane
Piazza della Divina Commedia
Paderno Dugnano

 

Il nostro tradizionale appuntamento per presentare le iniziative per l’anno 2019
Saranno illustrati e presentati gli Eventi e le Novità artistico-culturali/ turistiche che verranno proposte per la stagione 2019.

 

Per testimoniare la gratitudine per il sostegno convinto che i Soci ci hanno dimostrato in tutti questi anni, con un’assidua partecipazione alle nostre attività, il Consiglio Direttivo dell’Associazione ha ritenuto di fare OMAGGIO a tutti i Soci -Sostenitori e Amici , di uno straordinario esclusivo spettacolo:

 

Concerto Musicale “Emozioni Vibranti”
Con il TRIO STADLER - “Una serata a casa Joaquin”
un programma con strumenti a fiato e strumenti d’epoca
presentato da Musicisti-Docenti di Conservatorio

 

Il pomeriggio si concluderà con un caratteristico aperitivo accompagnato da alcune sorprese di dessert e petite pâtisserie dolci e salate preparati dal nostro Gruppo gastronomico. 

Un evento unico da non mancare.......Scarica l’invito

I Sig. Soci, in contemporanea, sono convocati per l’Assemblea Ordinaria Annuale, si veda la convocazione allegata

Vi aspettiamo numerosi

 

 

 

 

Il Settecento a Milano

Venerdi 8 marzo 2019
ore 16.00 - Nuovo orario  

Visita Guidata

 

Palazzo Clerici
Nella Galleria del Tiepolo il Trionfo del Rococò

 

 

Palazzo Clerici è uno dei tanti luoghi da scoprire che Milano gelosamente custodisce.

Una nobile dimora privata, di non facile accesso al pubblico, che al suo interno ha conservato intatto uno dei capolavori del Rococò settecentesco: la Galleria dipinta da Tiepolo.Gianbattista Tiepolo, maestro veneziano tra i più amati al suo tempo, non esitò ad allontanarsi dalla sua città, per raggiungere Milano dove lo attendevano prestigiose e ricche committenze.

Nel 1731 decorò Palazzo Archinto, poi Palazzo Casati-Dugnani, la Cappella di San Satiro nelle Basilica di Sant’Ambrogio … fino alla sua opera milanese più splendida e brillante: il grande affresco della Galleria di Palazzo Clerici.

Con un’inesauribile vena creativa, Tiepolo trasfigura lo spazio reale della lunga e stretta galleria in un qualcosa di spettacolare: un’avvincente sequenza di figure mitologiche e allegoriche svolazzano nel terso cielo azzurro fra squarci di luce e colori brillanti in un tripudio di fantasia e teatralità tutta rococò!

 

 

 

 

    

 

  

 

 

 

 

 

  

Biglietteria Teatrale

 

 

Venerdì 22 marzo 2019
Ore 20.45

 

Gianluca Guidi in

“Aggiungi un posto a tavola"
Un successo planetario che non conosce età!

Commedia musicale di Garinei e Giovannini

 

 

Teatro della Luna - Assago 

 

Compra oggi i biglietti.
Il tuo posto è sicuro e paghi meno !
Ti portiamo noi, Tutto compreso
Biglietto Spettacolo + Bus Privato Andata/Ritorno Teatro della Luna !
 
 

 

 

Don Silvestro, alle prese con la sua Arca da costruire e la sua favola che parla d’amore, di accoglienza, di vita nuova da inventare, torna in palcoscenico. La commedia musicale scritta da Garinei e Giovannini con Jaja Fiastri, liberamente ispirata a “After Me The Deluge” di David Forrest, ha 44 anni ma non li dimostra. Esordì nel 1974 con protagonista Johnny Dorelli e, da allora, ogni nuova edizione è stata un successo, in Italia come in tutto il mondo (oltre 30 edizioni e circa 15 milioni di spettatori). In quest’ultima, prodotta da Officine del Teatro Italiano - OTI, il copione è quello originale, la scenografia e i costumi pure, le musiche sono quelle dell’iconica prima rappresentazione: ogni ingrediente è riproposto con rispetto filologico ma allo stesso tempo con nuova vita e freschezza. Cambia solo il protagonista – ma neanche tanto! Al posto di Johnny Dorelli, c’è il figlio Gianluca Guidi che, già protagonista dell’edizione 2009/2010, torna a vestire la tonaca del parroco cui è affidato il compito di salvare i residenti di un piccolo paesino di montagna, nel più classico dei titoli della commedia musicale italiana. Guidi, all’epoca della prima rappresentazione, era un bambino di 7 anni e ricorda che alla prima al Sistina sedeva in platea osservando il padre sul palco: “… si aprì il sipario la voce di Dio cominciò a parlare e dal palcoscenico arrivò un’ondata di profumi e note… e fu subito magia…”.

 

 

 

 

 

Milano sconosciuta

 

Domenica 14 aprile 2019
ore 14,30

Visita Guidata

 

Da Porta Vittoria al Monforte
la Milano piccolo borghese e operaia di primo Novecento

 

 

Quotidianamente attraversiamo la città, percorriamo strade nel centro, come nella periferia, passando davanti a palazzi antichi e moderni, a vecchie case, a resti di un passato preda della città moderna… attraversiamo la storia di Milano senza rendercene conto, senza fermarci a guardare intorno a noi, senza capire ciò che ci circonda. Questo vale anche per la zona meta del nostro percorso, che parte da una Piazza che ha una lunga e gloriosa storia, Piazza 5 Giornate, per allungarsi nelle vie limitrofe e terminare presso il Monforte, una delle cinque porte più recenti di Milano, ricavata lungo i bastioni spagnoli e i cui caselli daziari furono demoliti nel 1919.  È un quartiere che si snoda nelle aree che, a fine Ottocento, avevano ancora un sapore agreste, campi, orti e cascine. Il processo di sviluppo industriale ne alterò profondamente il volto. L’area fu interessata da un inurbamento e relativa compagine edilizia rivolta al proletariato e alla piccola borghesia, per lo più impiegatizia.

Nacquero così, accanto a modeste tipologie edilizie prive di particolare interesse, progetti pregevoli di “villaggio operaio” con casette dotate di confort e minuscolo giardino. Oggi queste casette dalle facciate coloratissime, come una piccola Burano milanese, le possiamo ammirare in Via Lincoln, tra un dedalo di strade battute solo da chi qui ci abita. Proseguendo nella passeggiata, arriveremo ad ammirare palazzi raffinati dalle decorazioni liberty, destinati nuova realtà sociale del terziario (commercianti e impiegati), scopriremo curiosità, come la Casa 770 e tanto altro…

 

 

 

 

 

 

Milano, i Luoghi, i Personaggi

 

Sabato 4 maggio 2019
ore 16,00
Visita Guidata

 

La Casa di Alessandro Manzoni
Ei fu. Siccome immobile, Dato il mortal sospiro, Stette la spoglia immemore Orba di tanto spiro,
Così percossa, attonita La terra al nunzio sta,….

 

 

In una strada centralissima, ma al riparo della frenesia del traffico, in una via discreta della Milano di un tempo, si trova la Casa dove Alessandro Manzoni visse dal 1813 fino alla sua morte nel 1873. Un luogo affascinante ed emozionante, ricco di memoria e di testimonianze che parlano del Manzoni letterato, dell’uomo, della sua famiglia e degli amici, delle sue opere, del piacere per la lettura di quei tanti libri che raccolse nella sua biblioteca. Una visita che ci apre alla conoscenza approfondita di un grande italiano e della sua opera più famosa, i Promessi Sposi. Casa Manzoni, ad un anno dalla scomparsa del “grande italiano”, venne messa all’asta divenendo, dopo varie vicende, proprietà della Cariplo, che a sua volta ne fece dono al Comune di Milano, con il vincolo di riconoscerne l’uso perpetuo ed esclusivo al Centro Nazionale di Studi Manzoniani. Grazie a questo si è potuto preservare dalla dispersione, e forse anche dalla distruzione, la Casa e il suo prezioso contenuto

 

 

 

 

 

L'Associazione

In
 Chi Siamo
farai la nostra conoscenza

In
Iniziative in corso
trovi tutte le nostre proposte in fase di esecuzione.

 

 

Diventa socio

In
Iscriviti
sarai uno di noi